15 maggio 2014 – Workshop con Marco Brighel e finale della decima edizione “Premio Bernardino Zapponi”

Lezione sulla medotiche di ripresa digitale a cura di Marco Brighel, sales manager della Transaudiovideo di Caserta, agli allievi della scuola media secondaria che dopo aver descritto i prodotti della Canon per il cinema ha proiettato un cortometraggio poliziesco per enfatizzare la manegevolezza e le capacità tecniche di questi prodotti giapponesi.

In serata la finale della decima edizione del “Premio Nazionale Bernardino Zapponi” con i vincitori Valentina Vincenzini con “L’Amore corto”, Pedro Murad (Brasile) con “Apague a luz antes de entrar”, Aranxta Echevarria Carcedo (Spagna) con “De noche y de pronto”. Per la sceneggiatura ha vinto Roberto Moliterni e Martina Di Tommaso con “Il quadro”.

La giuria tecnica composta da Toni D’Angelo (regista e presidente), Domenico Romano (regista), Emilio Vacca (attore) hanno così motivato la classifica:

1) “L’amore corto” di Valentina Vincenzini – Premiamo così l’intuito, la creatività e la qualità di scrittura . Speriamo anche di incoraggiare, con questo premio, la futura realizzazione di un lungometraggio.

2) “Apague a luz antes de entrar” di Pedro Murad (Brasile) – Il film brasiliano dimostra ironia e innovazione di genere e rispecchia, a nostro avviso, lo splendido motivo sociale e creativo che vive il paese sudamericano.

3) “De noche y de pronto” di Arantxa Echevarria Carcedo (Spagna) – E’ un film ben fatto, con bravi attori e una buona fotografia che riesce a mantenere la tensione viva per tutta la durata del film.

Dopo le proiezioni la giornalista Velia Maio, allieva di Bernardino Zapponi, ha descritto con aneddoti e citazioni alcuni momenti della vita del grande sceneggiatore. Ha mostrato alcuni disegni da lui eseguiti e periodici che curava personalmente. Poi ha raccontato del rapporto amichevole, oltre quello professionale, che legava Bernardino a quella macchina da cinema che era Federico Fellini.

Guarda le immagini e i video sulla giornata.