News

96058_01_1

Il docu-film “JOAO BATISTA” di Rodrigez Rezende Meireles vince la seconda edizione del Premio Nazionale “Ti mando a quel paese” 2016 [leggi qui]

 

 

Premio Nazionale “Ti mando a quel paese” 2016

ti_mando

Sono 7 i finalisti del Premio Nazionale “Ti mando a quel paese” su 35 opere pervenute al concorso. Mercoledì 18 maggio 2016 la proiezione dei documentari e la premiazione dell’opera vincitrice [leggi qui]

 _______________________________________________

I cortometraggi in concorso alla seconda edizione del Premio “Ti mando a quel paese”

Le opere in concorso che partecipano al premio [leggi qui]

Chiusura della dead line del Premio “Ti mando a quel paese”

Si è chiusa il 20 aprile 2016 la dead line del premio “Ti mando a quel paese”. Ancora pochi giorni e verrà pubblicata la lista dei concorrenti al concorso.

Premio “Ti mando a quel paese” seconda edizione

E’ on line il bando della seconda edizione del PREMIO “Ti mando a quel paese”. Quest’anno il premio ha un carattere internazionale e potranno partecipare anche opere provenienti dall’estero che rispettino i contenuti del regolamento. [leggi quì]

Il programma del “Il mestiere del Cinema” 2015

Questi sono gli appuntamenti del festival che dal 21 al 24 maggio si susseguiranno durante tutto l’arco della manifestazione. [leggi qui]

Concorso “Ti mando a quel paese”

Sono due le opere iscritte alla prima edizione del concorso nazionale “Ti mando a quel paese”:

1) “MANI” di MICHELE TRENTINI 16′

2) “MEZZAFEMMINA A ROCCHETTA SANT’ANTONIO” di MICHELE CITONI 22’30”

Sinossi “Mani”: presso una manciata di villaggi sparsi sui monti dell’Appennino, alcune donne custodiscono silenziosamente ricette locali d’influenza ligure, piemontese e non solo… .

Sinossi “Mezzafemmina a Rocchetta Sant’Antonio”: il giovane cantautore torinese Gianluca Conte “Mezzafemmina” per la prima volta porta il suo progetto musicale nel piccolo paese della Puglia da cui proviene la sua famiglia, tornando con emozione alle origini del proprio percorso artistico e dello stesso nome d’arte che ha scelto.

A insindacabile giudizio della commissione esaminatrice i vincitori di questa prima edizione del concorso “Ti mando a quel paese” sono ex equo il corto “Mezzafemmina a Rocchetta Sant’Antonio” di Michele Citoni e il corto “Mani” di Michele Trentini.

 

“Il mestiere del Cinema” sul quotidiano on line “Affari italiani” media partner del festival cinematografico. [leggi l’articolo]

 

Bando di concorso per le scuole “Ti mando a quel paese” ragazzi

Si bandisce il concorso regionale “Ti mando a quel paese”  ragazzi nella sezione “Gira le immagini e scappa” della terza edizione del “Il mestiere del Cinema” dedicato alle scuole di primo e secondo grado. Il progetto prevede il coinvolgimento della popolazione studentesca nella realizzazione di prodotti multimediali per la promozione del territorio e delle bellezze paesaggistiche e tipicità gastronomiche dei luoghi dove essi vivono. L’educazione ambientale, la conoscenza e il rispetto dei monumenti cittadini e non, la legalità secondo i sani principi civici del buon vivere si concentrano sul campo nell’osservare e studiare l’ambiente i cui si vive e si cresce, per la costruzione di un futuro migliore nel mantenimento della memoria collettiva. Il futuro dei nostri ragazzi e nelle loro stesse mani che noi abbiamo il dovere di indirizzare e riempire per quanto ci spetta senza ledere il diritto degli altri di esprimere la loro libertà personale. A tal proposito vi invitiamo a leggere il bando che crea una traccia di collaborazione tra chi continua a vivere il proprio territorio e chi si affaccia a gettare nuovi ponti nel futuro.  L’iniziativa è sostenuta dall’Ufficio Scolastico Regionale. [vai al bando]

 

Al via il concorso Premio Nazionale “Ti mando a quel paese”.

Parte il concorso per i documentaristi di tutta Italia per la  presentazione alla terza edizione del “Il mestiere del Cinema” di lavori che promuovono le bellezze dei luoghi nelle loro tipicità paesaggistiche e gastronomiche dove i territori sono locations uniche e irripetibili in cui le storie  accadono e si raccontano. [Vai al bando]

 

Terza edizione del “Il Mestiere del Cinema”.

La terza edizione del “Il mestiere del Cinema” è in allestimento e si terrà nel mese di Maggio 2015 nell’ambito dell’evento “Maggio a Piedimonte”. Quest’anno oltre alla proiezione di cortometraggi, lungometraggi, allestimenti di mostre e work-shop viene bandito un concorso nazionale per docu-film della lunghezza massima di 30 minuti che esaltano con originalità  e capacità tecnica le bellezze paesaggistiche e le tipicità gastronomiche dei territori della penisola italiana. Prossimamente verrà pubblicato il bando per l’iscrizione.

 

Il backstage di “A little Christamas Gift” girato nella splendida cornice del Parco Regionale del Matese.

 

“A little Christmas Gift”, è questo il nome del nostro spot natalizio per augurarvi Buone Feste.

 

“L’Arte della Felicità” di Alessandro Rak (Miglior Film d’Animazione Europeo)

Il regista napoletano Alessandro Rak premiato all’EFA 2014. Il suo film di animazione “L’Arte della felicità” è risultato il miglior film d’animazione Europeo (leggi qui). Alessandro Rak è stato ospite nel programma della seconda edizione del “Il mestiere del Cinema” a maggio 2014.

 

Chiusa la kermesse cinematografica del “Il mestiere del Cinema”

Tutte le immagini e i video della seconda edizione:

15 maggio 2014

16 maggio 2014

17 maggio 2014

18 maggio 2014

 

Conferenza stampa

Conferenza stampa a cura della Caserta Film Commission e dell’Associazione Noumenon per la presentazione della seconda edizione del “Il mestiere del Cinema” martedì 13 maggio ore 12:30 al Comune di Piedimonte Matese. [vedi la sintesi delle conferenza stampa]

 

Passeggiata nel centro Storico di Piedimonte Matese alla ricerca di una location cinematografica con i ragazzi della prima sez. D Turistico

Dando corso ai progetti di partecipazione degli Istituti scolastici a “Il Mestiere del Cinema”, venerdì 11 aprile, la classe prima sez. D del Turistico dell’Istituto Commerciale accompagnati dal fotografo Carlo Pane e dalla guida escursionistica Angelo Rotunno con il Professore Antonio Santo hanno passeggiato nei vicoli e fotografato i monumenti e alcune piazze del centro storico del centro matesino. La visita guidata mira con un prossima uscita a fornire ai ragazzi tutti quei aspetti tecnici e di informazione che gli stessi allievi utilizzeranno per la produzione di un audiovisivo esplicativo di possibili locations per la produzione di un film. Di seguito alcuni scatti del gruppo durante la visita.

 

Intervista alla regista Barbara Rossi Prudente

intervista_barbaraLunedì 17 marzo 2014 la scuola media “G. Vitale” di Piedimonte Matese dopo invito dello staff del “Il mestiere del Cinema” ha incontrato nell’auditorium dell’edificio scolastico la regista casertana Barbara Rossi Prudente. L’appuntamento con la stessa era stato programmato da qualche mese dagli allievi della terza classe sez. D per porre alla regista alcune domande sul problema dell’inquinamento da rifiuti tossici. Dopo la visione di un suo corto di animazione dal titolo “L’oro nascosto”, facente parte di un progetto cinematografico più ampio sulla tematica ambientale che si è concretizzato nella realizzazione del medio metraggio “La bambina deve prendere aria”, un gruppo di ragazzi ha formulato un serie di domande sia tecniche che di curiosità tutte miranti in generale a chiedere la motivazione della scelta artistica fatta in questo senso dalla regista. A latere dell’incontro la motivazione dei ragazzi di filmare le fasi dell’intervista da utilizzare in un audiovisivo che gli stessi porteranno al contest “Gira le immagini e scappa” nell’ambito della seconda edizione a maggio del “Il mestiere del Cinema”.

 

ON LINE IL CATALOGO DELLA PRIMA EDIZIONE DE “IL MESTIERE DEL CINEMA”

prima_pagina1

 

 

Il catalogo 2013 dell’intero evento con gli ospiti partecipanti e gli appuntamenti della quattro giorni è consultabile qui

 

 

 

 

 

LICEO SCIENTIFICO, ISTITUTO PROFESSIONALE, ISTITUTO COMMERCIALE, ISTITUTO INDUSTRIALE, ISTITUTO AGRARIO PARTECIPANO CON ALTRI PROGETTI AL “IL MESTIERE DEL CINEMA”

gemellaggio1113 febbraio 2014 Piedimonte Matese. Assegnati  da “Il mestiere del Cinema”, a vari Istituti Scolastici cittadini, diversi progetti di partecipazione alla kermesse di quattro giorni  a maggio che vedrà la produzione di audiovisivi da parte di allievi della scuola media di secondo grado.

Queste le varie modalità di partecipazione:

1)      Liceo scientifico: produzione di un lavoro collettivo sul diritto d’autore bando emanato dal Ministero delle Attività Culturali, ricerca storica sulle sale cinematografiche della cittadina di Piedimonte Matese da riassumere in un audiovisivo;

2)      Istituto Professionale: attuazione da parte del settore “Moda” di alcuni costumi di scena ispirati ad importanti film della cinematografia mondiale con documentazione audiovisiva delle varie fasi di realizzazione;

3)      Istituto Commerciale: coinvolgimento della sezione “Turistico” nel reperimento e nella produzione di un audiovisivo di locations esterne ed interne come possibili candidate alla produzione di un film;

4)      Istituto Industriale: produzione di un cortometraggio sull’Ambiente bando emanato dal Clorofilla Film Festival, ricerca e documentazione audiovisiva su possibile degrado ambientale del territorio;

5)      Istituto Agrario: nell’ambito della passeggiata nel centro storico della cittadina di Piedimonte Matese durante la rassegna allestimento di un tavolo di degustazione dei propri prodotti oleari e vinicoli tipici del territorio, produzione di un audiovisivo sulla storia dell’Istituto e sui veicoli agricoli del suo museo.

Tutti i vari progetti prospettati sono stati concordati per ogni Istituto con i docenti di riferimento relativi a queste attività e che coordineranno le stesse.

 

SCUOLE MEDIE DI PRIMO E SECONDO GRADO CON PROGETTI SPECIFICI PER LA SECONDA EDIZIONE DEL “IL MESTIERE DEL CINEMA”

Oro Nascosto_6_000312.11.2013 Piedimonte Matese. La seconda edizione del “Il mestiere del Cinema” prevista quest’anno nel mese di maggio 2014 approda nelle scuole di primo e secondo grado della città di Piedimonte Matese. Diversi progetti di partecipazione sono stati previsti per gli allievi frequentanti la scuola media “G. Vitale” e quelli inscritti all’Istituto Tecnico Industriale, all’Istituto Professionale nonchè i ragazzi del liceo Scientifico Statale del Comune Matesino.

Ieri martedì 12 novembre 2013 lo staff della rassegna cinematografica su citata ha incontrato nella saletta multimediale della “G. Vitale” una classe terza  scelta dall’Istituto all’uopo per visionare una serie di cortometraggi sul tema dell’ambiente. Questo è stato il primo degli incontri programmati nell’anno che porteranno questi giovani studenti ad occuparsi di giornalismo cinematografico. Infatti il progetto prevede che i ragazzi dopo aver visionato un cortometraggio di animazione dal titolo “L’oro nascosto” della regista casertana Barbara Rossi Prudente dovranno costituirsi in sottogruppi ognuno con una propria competenza. Un gruppo studierà a fondo il breve film (che tratta il seppellimento,  nella nostra regione, ad opera della camorra di rifiuti tossici e della montagna di soldi che da essa ne ha ricavato) per creare una serie di domande da sottoporre alla regista. Un altro avrà il compito di riprendere l’intervista audiovisivamente, un altro ancora si cimenterà con il montaggio di queste immagini e di quelle del backstage scaturite da questa esperienza. Il prodotto finale sarà la produzione di un audiovisivo che nell’ambito della sezione “legalità e ambiente nel cinema”  della rassegna parteciperà ad un contest a cui parteciperanno poi anche gli altri istituti con altri prodotti.

Sinossi “L’ORO NASCOSTO”: Una favola narra che in Campania, il sottosuolo sia ricco di buche piene d’oro. Chi lo ha seppellito? Di che mistero si tratta?

Barbara Rossi Prudente lavora come sceneggiatrice cinema e televisione. Nel 1999 “ESTERNO SERA”  sceneggiatura di lungometraggio VINCE il PREMIO SOLINAS, “SOLE”, cortometraggio per la regia di Michele Carrillo, da lei co-sceneggiato vince il  PREMIO DAVID DI DONATELLO 2004  Miglior corto. Come regista, Barbara realizza diversi cortometraggi indipendenti L’ACCA NON C’È PIÙ, 1996, STORIELLE  1997, ANGELI   1999, INDAGINE SU UN EQUIVOCO AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO 2001 , finalisti in diversi festival nazionali ed internazionali, NON TI ASPETTAVO, 2005  riscontra particolare interesse in America e partecipa in concorso al Tribeca International Film Festival, New York, 2006. Nel 2000 realizza il suo primo documentario, “LA CARNE FRESCA” sulla prostituzione infantile in Brasile. “LA BAMBINA DEVE PRENDERE ARIA, 2008 narra dell’emergenza rifiuti in Campania raccontata da una madre alla figlia neonata. L’”ORO NASCOSTO”, in collaborazione con Andrea Cerini, è il suo primo lavoro di animazione.

Programma III edizione

[Clicca qui]

Progetto

La Caserta Film Commission in collaborazione con l’Associazione culturale “Neumenon” con il patrocinio del Comune di Piedimonte Matese   sono gli organizzatori della rassegna cinematografica “Il mestiere del Cinema”. La location scelta per questa manifestazione annuale è il Chiostro del Convento di San Tommaso D’Aquino con annesso Auditorium presso il Museo Civico dello stesso Comune. Location aggiuntiva è il Teatro del Parco Archeologico di Monte Cila (arena di proprietà del Comune) ricavato nell’area posta in via Cila a Piedimonte Matese al di sotto delle mura megalitiche del VII/VI secolo a. C..

L’iniziativa è rivolta a promuovere le professionalità del Cinema a 360° coinvolgendo tutte le risorse del territorio per la realizzazione del progetto e affinché l’educazione alla cultura cinematografica possa essere fruibile da una sempre più vasta platea di persone. Lo sforzo congiunto di armonizzare i luoghi con la diffusione e la promozione di queste pratiche specifiche tende a rendere sempre più attuale la vocazione che il nostro territorio ha da tempo ad essere lo scenario perfetto per l’ambientazione di storie di cinema e non solo. Il Cinema racconta di noi, dei nostri modi di vivere e dei paesaggi che ci circondano in un incanto che sembra uno spaccato perfetto della realtà ma molti ignorano lo sforzo produttivo e le professionalità coinvolte che concorrono unitamente affinché questo prodotto sia realizzabile. Scopo della rassegna “Il mestiere del Cinema” è analizzare questa filiera in ogni sua componente, in ogni sua unità operativa. E’ capire che più “mestieri” diversi come fare il produttore, il regista, lo sceneggiatore, il direttore della fotografia, lo scenografo, il costumista, il truccatore e in ultimo l’attore concorrono con la propria parte a dare un pezzettino di se alfine che possa essere composto tessera dopo tessera quello che noi chiamiamo “film”. Far luce su queste eterogenee umanità ci dà il senso vero che un “film” è il prodotto di una coralità di voci più diverse ma tutte unite per il raggiungimento di questo risultato. Pertanto la rassegna articolerà distribuendoli nei quattro giorni seminari, workshop, dibattiti, proiezioni, iniziative collegate alla manifestazione che coinvolgeranno il pubblico in azioni di fattiva partecipazione. Verranno premiate quelle figure che si sono distinte regionalmente nel campo cinematografico per la capacità professionali e per il livello raggiunto nel proprio “mestiere”. Il comitato organizzatore istituirà i premi denominati “Corridore del Cila” copia in terracotta del bronzetto votivo agonale del quarto/quinto secolo a.C. scoperto a Piedimonte Matese nel 1928 e esposto nel museo civico del medesimo Comune la cui realizzazione sarà affidata alla ceramista Piedimontese Ada Colapetella.

In caso di pioggia o freddo intenso  le proiezioni dei film serali da effettuare al Parco Archeologico di Monte Cila verranno eseguite in alternativa nel Complesso Monumentale di San Tommaso D’Aquino.

 

Presente on line su i seguenti siti istituzionali:

Direzione Generale per il Cinema

Regione Campania

Ente Provinciale del Turismo di Caserta

Comune di Piedimonte Matese

 

Presente on line sulle seguenti testate giornalistiche on line:

clarusonline.it

campanianotizie.com

clarusonline.it

quiCaserta.it

casertanews.it

casertamusica.com

casertaweb.com

Locations

Chiostro del Convento di San Tommaso d’Aquino e Auditorium – Piedimonte Matese 

chiostroIl Convento di San Tommaso d’Aquino è sorto nei pressi dell’omonima chiesa, eretta alla fine del XIV secolo sui ruderi di un antico tempio romano, successivamente trasformati in una chiesa paleocristiana. Fu consegnata ai Domenicani nel 1414 (di qui il nome di San Domenico assegnato al complesso religioso), su volere di Sveva Sanseverino, pronipote del Santo e Signora di Piedimonte. Il convento si trovava in un punto strategico dell’antica “Terra” (attuale Rione S. Giovanni), il nucleo più antico della città, tra il torrente denominato Rivo” e la Rupe sottostante al Castello di Piedimonte, poi trasformato in Palazzo Ducale. Era un grande edificio quadrato con chiostri caratterizzati da porticati e volte a crociera affrescate in stile tardo-gotico. Divenne sin dalle origini un luogo di studi e fu, nei secoli, centro di spiritualità e cultura oltre che di intense attività economiche, legate alla gestione delle sue numerose proprietà terriere. Soppresso nel 1809, l’edificio fu adibito come alloggio del Sottintendente. Dal 1905 l’ex convento è stato trasformato in edifico scolastico ed ospita attualmente il Primo Circolo Didattico e il Museo Civico cittadino. Sito in Largo San Domenico, era formato da un dormitorio maggiore e due minori, al primo piano, che si affacciavano sui due chiostri del convento. Le volte dei porticati del chiostro grande conservano tuttora gli affreschi dedicati ai miracoli e alle scene della vita di San Domenico di Guzman e San Tommaso d’Aquino, che però necessiterebbero di un restauro. Sul chiostro grande davano gli ingressi del convento, della chiesa, della sagrestia, del refettorio, della sala del capitolo dove un tempo si custodiva l’archivio dell’Università e di un laboratorio farmaceutico, collegato ad un giardinetto dove si coltivavano piante officinali, trasformato successivamente in quello che oggi è il chiostro piccolo. Negli ultimi anni sono stati effettuati dall’Amministrazione Comunale dei primi lavori di restauro dei locali di accesso al chiostro grande e di quelli prospicienti Largo San Domenico, che sono stati trasformati in un moderno Auditorium, sede di numerose manifestazioni culturali. Sono prossimi alla conclusione anche i lavori di restauro dei locali del Museo Civico che conserva interessanti reperti della millenaria storia locale.

 

Il Teatro del parco Archeologico di Monte Cila – Piedimonte Matese 
teatro1I resti di mura megalitiche del Monte Cila (VII-VI secolo a.C.) comprendono tre cinte, con uno spessore di circa due metri.Le tracce del più antico insediamento umano nel territorio piedimontese, ritrovate sul Monte Cila, sono riconducibili senz’altro all’età del bronzo ed all’età del ferro. Sorta, quindi, come un grande insediamento sannitico arroccato sul Monte Cila e difeso da mura megalitiche , Piedimonte fu espugnata dai Romani nel 326 a.C. Con la conquista romana del Sannio, le popolazioni sconfitte incominciarono gradualmente ad abbandonare le fortezze sui monti, spostandosi nelle sottostanti pianure, per farvi ritorno, successivamente, a causa delle invasioni saracene dell’ VIII e IX secolo, edificando, a volte, proprio sulle precedenti fortificazioni sannite.

Partners/Sponsors

PARTNERS (seconda edizione)

brainlogonuovounderdog2                                                                                                                              luce1

 

 

 

 

 

 

 

 

SPONSORS ISTITUZIONALI (seconda edizione)
piedimontemateseSenza Nome-1

 

 

 

 

 

 

SPONSORS (seconda edizione)

logo_villa_matilde

logo_hotelalsole1

 

 

 

 

SPONSORS TECNICI (seconda edizione)

AZtrans

 

 

 

______________________________________________________________________ 

PARTNERS (prima edizione)

logo-Microcinema        bavaria1

 

 

luce1

 

SPONSORS (prima edizione)

logo_villa_matilde       ZENZERO

antica_quercia       meridiana

arrmonie         punto2

 

cai_pm             vintage

 

 

debiasi           angolo

bellini1

 

SPONSORS TECNICI (prima edizione)

AZ          ikone    trans

guida_turistica_del_matese1

 

 

 

 

Contatti

Per informazioni: info@ilmestieredelcinema.it

Staff:

segreteria@ilmestieredelcinema.it

press@ilmestieredelcinema.it

 

Mob.: 3393671541 – 3206973450 – 3804217148